2018-12-07 16:58:46 Casertasera 50

PIEDIMONTE MATESE, VIOLENZA SULLE DUE BAMBINE, IL PRESUNTO “ORCO” FREQUENTAVA LA CASA DI UNA DELLE RAGAZZINE COME UN NORMALE FAMILIARE, POI LA DRAMMATICA SCOPERTA

Piedimonte Matese. Città ancora sotto shock per la storia delle due cuginette che, secondo l’accusa, avrebbero subito violenza sessuale da parte di un sessantenne, ora agli arresti domiciliari. L’accusato, sarebbe lo zio, uno zio di quelli che a prima vista e per il suo modo di fare che tutti vorrebbero: tranquillo, “affettuoso” e legato, ma solo apparentemente, alle due bambine e che mai nessuno avrebbe potuto pensare ad un epilogo cosi’ orripilante. La storia durava da anni prima. A scoprire il tutto,  il fratello maggiore di una delle due bambine, quando la sorellina appunto, ha confessato al fratello, in lacrime, che quello zio aveva cercato piu’ volte  di toccarla ma lei era sempre riuscita a  scappare da quello che lei forse vedeva come qualcosa di anormale. Il fratello, non ha esitato un solo istante  e insieme alla bambina , dopo aver avvertito i genitori si è recato dai carabinieri della Compagnia di Piedimonte per raccontare quella che la sorellina aveva appena riferito.   I Carabinieri gli consigliano di farsi assistere da un avvocato. Ad essere chiamato immediatamente, l’avvocato Carmela Amato e Emanuele Sasso. Dopo un consulto con la psicologa, una consulenza ginecologica e l’acquisizione di altre notizie  emergevano i segni concreti [...]

Notizie collegate

ANTICORRUZIONE­, AD ALIFE IL CORSO DI AGGIORNAMENTO PER FUNZIONARI E DIPENDENTI DEGLI ENTI LOCALI DELL’ALTO CASERTANO
PIEDIMONTE MATESE: DOMANI, 8 DICEMBRE, IN PIAZZA PER SENSIBILIZZARE LA DONAZIONE DEGLI ORGANI