2019-04-17 10:58:28 Casertasera 26

PIEDIMONTE MATESE, CI RISIAMO, NETTURBINI NUOVAMENTE SENZA STIPENDIO E CITTADINI CON L’IMMONDIZIA SOTTO I PORTONI

Redazione. Piedimonte Matese. Riprende la battaglia per i propri diritti, con gli operatori ecologici che rivendicano lo stipendio (GIUSTAMENTE), quello che gli spetta per il duro lavoro che fanno e dall’altra parte i cittadini di Piedimonte che quando si avvicina il giorno che devono essere pagati (da chi?), cominciano a temere (GIUSTAMENTE) di ritrovarsi con cumuli di immondizia davanti alle porte di casa, nonostante le cifre a dir poco spropositate che versano annualmente. Entrambi vittime di un sistema che li sta penalizzando e che sta francamente stancando tutti. Anche oggi, come ieri, rifiuti dappertutto, persino davanti al Comune. Con l’aggravante che all’indifferenziato del giorno prima c’è da aggiungere l’umido, che puzza ed è vittima degli animali e degli eventi atmosferici. Piedimonte merita una città pulita ed operatori ecologici pagati per il loro lavoro.      

Notizie collegate

Gioia Sannitica – Furti, derubata famiglia in via Filetti
ALIFE, MONNEZZA SULLA PROVINCIALE DELLE ROTONDE, UNA DISCARICA INDECENTE A CIELO APERTO