2018-04-08 15:58:07 Casertasera 21

SCOPERTE A CAIAZZO LE LAPIDI PER RICORDARE I DUE MINATORI PERITI NELLA GALLERIA SPOLETO NEL MAGGIO DEL 57

  Giovanni Caracciolo|Caiazzo. Stamane cerimonia di intolazione a Caiazzo del piazzale della stazione Ferrovia Alifana e scoperta di due lapidi in onore dei due minatori deceduti nella galleria Spoleto il 21 Maggio 1957, durante i lavori di ricostruzione della nuova tratta, che sarebbe stata poi completata nel 1963. Sono intervenuti cento partecipanti con i parenti delle vittime accompagnati dal Signor Sindaco dalla Città d’origine, Castelvecchio Subequo in Provincia de L’Aquila. Sono stati accolti dal Signor Sindaco di Caiazzo Dott. Tommaso Sgueglia, dalla Vice Prefetto di Caserta, dal Vice Sindaco di Caiazzo Antimo Cerreto, dall’Ingegner Neola dell’ Ente Autonomo Volturno (EAV). I minatori che all’alba perirono per una fuga di gas Grisu nella galleria ferroviaria Casa Cantoniera Spoleto (quella lato Piedimonte Matese dopo il viadotto, lunga metri 427,63) erano i Signori Pietro Angelone e Pasquale Colangelo di anni 37. Toccante è stato il racconto del figlio del caposquadra che all’epoca, bimbo di pochi anni col fratellino di un anno e la madre dimorava a Caiazzo insieme a tanti altri minatori di Caselvecchio, una vera Comunità. Castelvecchio, infatti, è considerato il Paese dei minatori, impegnati in quegli Anni non solo all’estero nelle miniere del Belgio, della Germania e dell’Inghilterra, ma anche nelle [...]

Notizie collegate

BAIA E LATINA, SI RINNOVA L’ANTICA PROCESSIONE DI PENITENZA ALLA MADONNA DELLE GRAZIE
GIOIA SANNITICA / TEANO – Rilievo e monitoraggio dei centri storici dell’Alto Casertano: le campagne di studio di Progetto Laocoonte