2019-02-13 20:47:55 Casertasera 61

PERCEPIVA LE PENSIONI DELLA MADRE MORTA 13 ANNI FA.ECCO COME FACEVA. DENUNCIATO IL FIGLIO.I FINANZIERI PARTITI DA ROMA PER ALIFE

ALIFE. Nella giornata di ieri militari del Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie di Roma unitamente ai colleghi della Tenenza di Piedimonte Matese hanno sequestrato un conto di deposito acceso presso un istituto bancario di Alife e un conto corrente in essere nel locale ufficio postale dove dal 2006 in poi sono transitati oltre 326.000 euro, pari al totale delle prestazioni pensionistiche erogate dall’Inps nel tempo a favore di un’anziana del posto, invalida per cecità totale, in realtà morta ben 13 anni fa. I finanzieri sono partiti da Roma con destinazione Alife (CE) per verificare di persona se quanto emergeva sui loro computer all’esito dell’incrocio delle risultanze delle banche dati a disposizione fosse corretto. In effetti risultava che erano ancora in pagamento ben tre diverse prestazioni previdenziali, per un totale di circa 2.000 euro mensili (una pensione di invalidità, una pensione di reversibilità e un’ulteriore indennità per cecità assoluta), a favore di una donna, classe 1925, che però risultava deceduta dal 2006.Ma le anomalie non si fermavano a questo perché dagli approfondimenti svolti sulle posizioni bancarie della beneficiaria risultava anche che a marzo 2007, quindi 5 mesi dopo il suo decesso, la stessa avesse aperto un conto di [...]

Notizie collegate

ALIFE. Mamma morta da 13 anni ma il figlio continua a percepire tre pensioni: sotto sequestro un conto corrente presso una Banca e l’Ufficio postale del posto.
PIEDIMONTE MATESE / PIETRAVAIRANO – Sannio Alifano, eletto Durante. Santagata: voto all’unanimità con maggioranza forte e compatta