2018-03-28 09:35:26 Casertasera 49

DRAGONI, FORNO CREMATORIO VERSO LA REALIZZAZIONE. L’OPPOSIZIONE VUOLE CHIAREZZA

Dragoni. Consiglio comunale tranquillo, quello di ieri sera a Dragoni ma ovviamente, fra la maggioranza ed una delle opposizioni (Di Bernardo-D’Aloia), il punto di vista sulla realizzazione del forno crematorio, uno degli argomenti caldi in discussione, rimane totalmente diverso. La maggioranza è convinta della bontà del suo progetto, che porterà nelle casse del comune 35.000 euro l’anno, poco piu’ di 17 euro a cittadino che, potrebbero essere detratti dalle tasse. Ma il sindaco Lavornia è convinto che a pieno regime si potrà arrivare anche a 500.000 euro l’anno. L’opposizione, non pone veti ma vuole chiarezza, innanzitutto sull’impatto ambientale e soprattutto, vuole coinvolgere democraticamente i cittadini per conoscere il loro parere sull’impianto che si andrà a realizzare e che avrà, nel bene e nel male, la durata di 30 anni, cosi come previsto dal “patto” fra l’Azienda e l’Amministrazione comunale. L’opposizione è anche convinta che bisogna tener conto che il rapporto costo (in termini ambientali n.d.r.) beneficio è insignificante e si tratterebbe comunque di un impianto o, se preferite, di una procedura ormai in disuso perché la Biocremazione sta ormai prendendo il posto del forno crematorio, chiamato “Tempio crematorio”, per alleggerire un pò il senso ma alla fine comunque si tratterà [...]

Notizie collegate

PONTE MARGHERITA VERSO L’APERTURA: FORSE IL PROSSIMO SABATO
Solopaca: XVII edizione il Premio “Filo d’olio”