2018-03-18 13:35:59 Casertasera 17

CASO DECO’, UNA TRAGEDIA PER 20 FAMIGLIE. CHE PAESE IL NOSTRO!

Lorenzo Applauso. Caiazzo. Mentre  i dati che arrivano da Bankitalia  sulla povertà  non sono per nulla incoraggianti: crescono i redditi ma aumenta la disuguaglianza; le imprese che chiudono, il dato arriva  dalle elaborazioni di Cerved sul primo semestre del 2017: da inizio anno, default, chiusure volontarie e procedure alternative hanno coinvolto 36.500 imprese, un disastro  praticamente, c’è chi con una azienda che scoppia di salute invece è costretto a mandare a casa venti famiglie per un cavillo giudiziario e abbassare la saracinesca. In Italia succede anche questo, eccome se non succede. Facciamo una premessa: nessun incitamento all’illegalità da parte nostra e le sentenze vanno rispettate. Detto questo però ogni illegalità ha una sua storia, una sua proporzione. Un furto di polli non può essere paragonato ad una strage. Ci riferiamo al caso Decò di Caiazzo che dopo decenni si scopre, perché un concorrente denuncia per motivi personali,  l’azienda Iper Volturno, dopo che il tribunale, quindi un giudice ha dato il via all’acquisto dello stabile per uso commerciale che commerciale non lo è piu’. E allora? Semplice: il Tar decide che quella struttura va abbattuta e le licenze non sono piu’ valide e vanno ritirate. Pronto e preciso come un orologio [...]

Notizie collegate

LE FOTO|ALVIGNANO UNA FOLLA COMMOSSA PER SALUTARE MIMMO PEDONE
A Piedimonte Matese lo sportello per i disabili gravi dell’Alto Casertano. Il “Dopo di noi” prende forma