2018-06-27 16:57:01 Casertasera 60

ALVIGNANO, NASCE LA PRIMA RETE SMART DEI MONUMENTI DELL’ALTO CASERTANO

ALVIGNANO. Il patrimonio culturale dell’Alto Casertano, costituito da castelli, palazzi storici, teatri, aree archeologiche, parchi e riserve naturali, è per la prima volta in rete. In collaborazione con il Comune di Alvignano, venerdì 29 giugno 2018 alle ore 10,30, presso la Chiesa di San Ferdinando in Alvignano, il pubblico Consorzio Laocoonte incontra i rappresentanti di sedici Amministrazioni comunali, quattro Diocesi e la Soprintendenza per consegnare targhe informative da apporre in prossimità di monumenti e aree tutelate a supporto di turisti e cittadini interessati a scoprire le meraviglie dei centri storici di Alvignano, Carinola, Calvi Risorta, Castello del Matese, Conca della Campania, Francolise, Gioia Sannitica, Piedimonte Matese, Pietramelara, Prata Sannita, San Gregorio Matese, San Potito Sannitico, Rocca d’Evandro, Roccamonfina, Sessa Aurunca e Teano. Analogamente a quanto già sperimentato in Campania per i grandi attrattori turistici, per la prima volta anche i beni materiali e immateriali che caratterizzano i piccoli borghi casertani saranno a sistema, in una rete smartcollegata alla piattaforma Laocoonte City TourTM, che consentirà di accedere in maniera semplice e immediata a informazioni sulle emergenze storico-artistiche, sulle strutture ricettive e sugli eventi presenti su tutto il territorio considerato. La consegna delle targhe informative rientra tra le iniziative promosse da Progetto [...]

Notizie collegate

Bene confiscato Benevento, in una nota congiunta le Ac diocesane di Benevento e di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti sostengono l’appello di Libera. “Rinunciare ad un bene confiscato significa togliere un segno di speranza"
Bene confiscato Benevento, in una nota congiunta le Ac diocesane di Benevento e di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’ Goti sostengono l’appello di Libera. “Rinunciare ad un bene confiscato significa togliere un segno di speranza"