2018-05-21 14:11:00 infosannionews.it 36

‘La croce avanti, non tengo pietà’. Il ciclo festivo settennale a Guardia Sanframondi.

I ‘Riti settennali di penitenza’ o la ‘Festa dell’Assunta’ richiamano un complesso cerimoniale che ogni sette anni e per la durata di sette giorni si svolgono a Guardia Sanframondi, piccolo centro collinare del Sannio beneventano, noti al grande pubblico soprattutto per i ‘battenti’ a sangue che durante la processione conclusiva segnano il paese in una lunga fila di camici bianchi e cappucci a occhiaie. L’istituto festivo guardiese, su quale si concentrano gli sguardi di studiosi e curiosi delle più diverse estrazioni, non può essere circoscritto alle attenzioni a cadenza settennale in quanto rappresenta un tema centrale degli intrecci seguiti dalle pratiche devozionali nella lunga e media durata. Nella scelta di continuare a parlarne si organizza, nell’Aula magna dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, un tavolo di confronto, intorno al quale saranno presentati alcune riflessioni legate, tra il molto altro, al volume di G. De Vita, R. Folcarelli, L. Iuliani, P. Papetti, M. Perfetto, ‘La croce avanti, non tengo pietà’. Il ciclo festivo settennale a Guardia Sanframondi. I discorsi, le analisi, i confronti si svilupperanno in uno dei luoghi canonici abitati dalle ricerche scientifiche, collocato fuori dalle mura del Paese. Il seminario di studio, aperto dai saluti del Magnifico Rettore […]

Notizie collegate

SANT’ANGELO D’ALIFE / Verso le Amministrative 2018. Presentata la lista numero 1 “Il Paese che vogliamo” con Michele Caporaso: “Ci vuole una pietra tombale sulle divisioni che per anni ci sono state in questo paese”.
Uniti per Alife: tante ma non tutte le cose dette al Comizio di Presentazione. Cirioli ha parlato agli alifani a parole e a fatti